HomeGeoElaborazione immagini satellitari del terremoto in Turchia e Siria

Elaborazione immagini satellitari del terremoto in Turchia e Siria

Prime elaborazioni delle immagini satellitari del terremoto devastante di magnitudo 7,8 che ha colpito la Turchia e la Siria, con danni enormi per la popolazione e le infrastrutture. Un conto, ancora parziale che stima almeno 33.000 le vittime.

Le immagini satellitari interferometriche del terremoto 

Il terremoto è stato così forte da causare massicce deformazioni del suolo. L’interferogramma mostrato nell’immagine è stato creato utilizzando i dati radar acquisiti dal satellite Copernicus Sentinel-1 in orbita ascendente il 28 gennaio e il 9 febbraio.

Le aree con lo spostamento maggiore sono quelle vicine alla faglia anatolica, dove l’analisi dei dati radar indica uno spostamento lungo la linea di vista del satellite di circa 4 metri.

Il modulo di mappatura rapida del servizio di gestione delle emergenze di Copernicus ha prodotto mappe dettagliate di classificazione dei danni delle aree colpite. Tutti i prodotti Rapid Mapping sono disponibili qui.

E’ possibile scaricare liberamente le immagini satellitari del terremoto con l’elaborazione interferometrica in alta risoluzione QUI, dopo aver accettato le condizioni d’uso.

Credit: European Union, Copernicus Sentinel-1 imagery

(Fonte: Copernicus EU)

Cosa sono le immagini interferometriche

L’interferometria è una tecnica di imaging in cui le onde emesse dai sensori dei satelliti (o montati su altri driver) sono sovrapposte in modo da causare interferenze. L’interferometria è usata per confrontare le osservazioni tridimensionali della stessa scena sulla Terra per rivelare il movimento e il cambiamento della superficie.

Le tecniche del radar ad apertura sintetica interferometrica (Interferometric Synthetic Aperture Radar InSAR) combinano due o più immagini SAR sulla stessa regione per rivelare la topografia o il movimento della superficie. Se le immagini SAR combinate provengono da posizioni leggermente diverse, è possibile mappare la topografia della superficie. Al contrario, se si combinano immagini dalla stessa posizione ma prese in momenti diversi, la differenza tra loro mostrerà il movimento, o la deformazione, della superficie nel tempo tra le due immagini.

L’immagine prodotta è nota come interferogramma. Assomiglia un po’ a una chiazza di  petrolio color arcobaleno sulla superficie dell’acqua. Questa “frangia” di pixel colorati mostra la differenza nella fase del segnale ricevuta dallo strumento radar nel tempo, che mostra cosa è cambiato nell’immagine. Un brusco cambiamento di colore nella frangia può essere misurato rispetto al modello di colore della frangia.

Leggi anche:

POST CORRELATI DA CATEGORIA

Speciale Startup Easy Italiaspot_img

ULTIMI POST