HomeSmart CityOsservatori Digital Innovation: Gruppo Enercom allo StartUp Intelligence del Politecnico di Milano

Osservatori Digital Innovation: Gruppo Enercom allo StartUp Intelligence del Politecnico di Milano

Osservatori Digital Innovation: ancora una volta il Gruppo Enercom allo StartUp Intelligence (per il terzo anno consecutivo) parteciperà all’Osservatorio della School of Management del Politecnico di Milano. Questo significa che circa 20 risorse interne continueranno a mettersi in gioco in occasione di eventi, workshop e iniziative, in cui è possibile il confronto con altre realtà e la conoscenza di esperienze e progetti di successo.

Il Gruppo Enercom lavora perché domani sia un giorno migliore, un concetto che rappresenta il filo conduttore delle loro attività. Come si traduce concretamente? Ad esempio, nel costante impegno posto nella ricerca e nello sviluppo di soluzioni sostenibili e nell’innovazione che investe a 360° l’operatività dell’azienda.

Perché scegliere gli Osservatori Digital Innovation del Politecnico

La scelta di aderire agli Osservatori Digital Innovation del Politecnico dipende da diversi fattori, tra cui la loro stessa storia, che inizia nel 1999 con l’obiettivo di fare cultura sui temi dell’innovazione digitale, in un momento in cui ancora si era ben lontani dall’attuale sviluppo tecnologico.

Il Gruppo Enercom, oltre a stimarne l’esperienza, ne condivide anche la mission, in quanto c’è la ferma convinzione che la diffusione della cultura dell’innovazione sia essenziale per permettere la crescita economica e lo sviluppo sostenibile dell’azienda. La comunicazione e la diffusione di cultura fanno anche sì che l’innovazione non resti un qualcosa di astratto e parallelo all’operatività dell’azienda, ma diventi un ingrediente della quotidianità di tutti i collaboratori.

A questo proposito, è sicuramente interessante la citazione di Peter Drucker, secondo cui “La cultura si mangia la strategia a colazione”: in un’azienda non è sufficiente una strategia vincente, se non si consolida la giusta cultura. Non da meno, infine, i vantaggi tangibili della partecipazione agli Osservatori Digital Innovation, che favoriscono l’Open Innovation, attraverso scouting di aziende e professionisti innovativi e attività di sensibilizzazione sul tema. Ma anche offrendo visibilità alle aziende che vi partecipano, attraverso una community sempre più ricca ed eterogenea. Benefici importanti, che hanno portato alla decisione di iscrivere l’azienda anche all’Osservatorio Smart City.

L’esperienza dei manager del Gruppo Enercom

L’interesse e verso la partecipazione agli Osservatori Digital Innovation e i benefici che ne derivano sono confermati dai manager del Gruppo Enercom che hanno vissuto in prima persona l’esperienza con il Politecnico.

Enrico Munaron, Direttore Tecnico della sezione ingegneria di SIMET, e Angelo Asciano, Direttore Customer Operations in Enercom Luce e Gas, hanno recentemente partecipato ad un evento organizzato a Pompei per mostrare a 59 manager provenienti da tutta Italia esempi concreti di applicazioni innovative. Un evento che ha chiuso l’anno di Osservatorio e che ha offerto loro la possibilità di avere confronto diretto con altri Innovation Manager, start up e aziende impegnate nell’innovazione.

Due giorni interamente dedicati alla scoperta di come l’innovazione riesca a rispondere alle esigenze più svariate, anche in un sito archeologico. Entrambi sottolineano come, opportunità di questo tipo, “ispirano” e permettono di guardare da una differente prospettiva quello che, ogni giorno, si fa in ufficio. Networking, stimoli nuovi, contaminazione, energia, sono solo alcuni dei motivi per cui partecipare agli Osservatori Digital Innovation è una grande esperienza per i manager coinvolti.

Dopo l’esperienza di Pompei, inoltre, emerge chiara l’importanza di sfruttare l’innovazione per anticipare soluzioni e problemi, facendo in modo che il cambiamento non sia solo frutto di una criticità da risolvere. Ecco perché è importante che, tutte le esperienze vissute durante i workshop e gli eventi del Politecnico siano poi riportate in azienda, ricondotte al settore di appartenenza e trasmesse ai collaboratori.

Che cosa sta cambiando

Secondo Enrico ed Angelo, la partecipazione agli Osservatori ha permesso anche un cambiamento graduale nel modello di organizzazione del Gruppo Enercom, mettendo a frutto tutto quanto acquisito e appreso durante questi due anni di partecipazione.

Molto spesso, questo riporto in azienda è molto pragmatico, attraverso il racconto di nuove realtà e soluzioni conosciute anche in altri settori, che potrebbero interessare il Gruppo Enercom. Nasce così un coinvolgimento diretto di tutte le funzioni interne interessate, che si mobilitano per valutazioni e analisi del caso ed arrivare poi a un eventuale coinvolgimento di soggetti esterni, possibili promotori di nuove soluzioni innovative.

La Direzione, in questo quadro, ha un ruolo proattivo, mettendosi in gioco per la promozione di questa evoluzione, assicurando flessibilità e snellezza, fondamentali per decisioni efficaci, ma anche veloci.

Enrico e Angelo, come gli altri manager coinvolti, sono l’esempio di come, grazie al confronto e all’impegno, sia possibile abbandonare strade sicure e sempre percorse, con il coraggio di cambiare le cose e porsi, come principale obiettivo, quello del miglioramento continuo. In questo senso, gli Osservatori Digital Innovation offrono uno sguardo più ampio, nuove opportunità e accesso ad esperienze e conoscenze relative alla tecnologia e alle sue potenzialità.

Vuoi sapere su come, dove e in quale modalità investire nella transizione energetica?

SCARICA L’INFOGRAFICA

(Fonte: Gruppo Enercom)

Leggi anche:

POST CORRELATI DA CATEGORIA

aprile, 2024

Speciale Startup Easy Italiaspot_img

ULTIMI POST