HomeAgritechLa clorofilla terrestre monitorata da Sentinel-3

La clorofilla terrestre monitorata da Sentinel-3

Clorofilla: il pigmento vitale per la fotosintesi.

La fotosintesi clorofilliana è un processo attraverso la quale le piante convertono la luce solare in energia chimica in grado di conferire il classico colore verde alle piante, essenziale per la loro crescita e produttività.

È un indicatore ambientale in grado di monitorare la salute delle colture agricole, gli ecosistemi, il degrado del suolo e i processi di desertificazione. Può fornire informazioni vitali sugli impatti del cambiamento climatico sulla vegetazione terrestre conseguente al benessere umano e animale.

Lo strumento di bordo OLCI di Sentinel-3

Sentinel-3 è una missione parte del programma Copernicus dell’Unione Europea, che si compone di due satelliti in orbita (3A e 3B) lanciati nel 2016 e nel 2018 dal Cosmodromo di Plesetsk (Russia). Sentinel-3 fornisce dati ottici, radar e altimetrici, ad elevata accuratezza per il monitoraggio della temperatura marina e terrestre, topografica della superficie marina e la colorimetria.

Tra gli strumenti di bordo c’è l’Ocean and Land Colour Instrument (OLCI), uno spettrometro che misura la radiazione solare riflessa dalla Terra e monitora gli oceani, l’ambiente e il clima.

Sentinel-3 fornisce immagini visibili più frequenti rispetto a Sentinel-2, con un tempo di rivisitazione di 2 giorni con entrambi i satelliti, ma con una risoluzione spaziale di 300 metri e coprendo più lunghezze d’onda.

Lo strumento OLCI di Sentinel-3 continua le misurazioni precedentemente effettuate dallo strumento MERIS a bordo di Envisat, la cui missione si è conclusa nel 2012.

L’indice della clorofilla terrestre OTCI

L’OTCI (Terrestrial Chlorophyll Index), l’indice terrestre della clorofilla, può essere utilizzato per valutare il contenuto di clorofilla sul terreno per monitorare le condizioni e la salute della vegetazione.

Valori bassi di OTCI solitamente indicano acqua, sabbia o neve. Valori estremamente alti, mostrati in bianco, suggeriscono generalmente anche l’assenza di clorofilla che rappresentano suolo nudo, roccia o nuvole. I valori di clorofilla intermedi, che vanno dal rosso (valori di clorofilla bassi) al verde scuro (valori di clorofilla alti), possono essere utilizzati per determinare la salute della vegetazione.

(Articolo di Vito L’Erario)

POST CORRELATI DA CATEGORIA

ULTIMI POST

giugno, 2024

Speciale Startup Easy Italiaspot_img