HomeCultura & TurismoSatelliti a tutela dei beni culturali: accordo MIC ed ASI

Satelliti a tutela dei beni culturali: accordo MIC ed ASI

Intesa tra Ministero della cultura ed Agenzia Spaziale Italiana per l’impiego dei satelliti a tutela dei beni culturali.

I satelliti italiani COSMO-SkyMed per la tutela dei beni culturali

Lo Spazio per lo studio e la tutela del patrimonio culturale nazionale. Rilevazione dati sul patrimonio culturale al via attraverso il sistema COSMO-SkyMed, realizzato da ASI in collaborazione con il Ministero della Difesa.

L’accordo tra Ministero della cultura e l’Agenzia Spaziale Italiana

Il Ministero della cultura (MiC) e l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) hanno sottoscritto un accordo finalizzato alla realizzazione congiunta e coordinata di attività e programmi riguardanti la rilevazione e la condivisione di dati sul patrimonio culturale nazionale rientrante nel Piano di monitoraggio e conservazione dei beni immobili, che è coordinato dalla Direzione generale Sicurezza del Patrimonio Culturale del Ministero della cultura.

A siglare l’intesa, di durata biennale, sono stati il presidente ASI, Giorgio Saccoccia, e il Direttore generale Sicurezza del Patrimonio Culturale, Marica Mercalli.

L’Agenzia Spaziale Italiana fornirà i dati acquisiti dal sistema satellitare di Osservazione della Terra COSMO-SkyMed, sviluppato in cooperazione con il Ministero della difesa.

L’integrazione dei sistemi e dei dati

Il progetto prevede lo sviluppo e l’integrazione di diverse tecnologie di osservazione e di calibrazione per realizzare un piano di monitoraggio satellitare integrato con quello strumentale in situ. Il MiC e l’ASI si impegnano a sviluppare attività di utilizzo dei dati satellitari e prodotti derivati a scopi applicativi per favorire lo scambio di conoscenze, la gestione e il supporto tecnico-operativo nelle diverse fasi del progetto dedicato alla tutela dei beni culturali.

Il Ministero e l’Agenzia, infine, sperimenteranno l’utilizzo dei dati satellitari su aree e beni pilota definiti congiuntamente.

(Fonte: Ministero della Cultura)

Immagine di apertura 

Confronto di un’immagine COSMO-SkyMed Enhanced Spotlight con risoluzione al suolo di 1 m acquisita il 14/08/2018 in modalità discendente, utilizzando un angolo di incidenza di 42°, sopra il sito archeologico di Capo Colonna, Italia meridionale: (a) precedente; e (b) dopo il multi-look. (c) Media multitemporale di 54 immagini COSMO-SkyMed Enhanced Spotlight acquisite nel 2017-2018. Notazione delle caratteristiche a terra: T, Tempio della dea Hera; C, monumentale colonna dorica del tempio; R, rovine archeologiche; L, faro; CR, riflettori angolari installati per monitorare la stabilità della falesia settentrionale. Prodotti COSMO-SkyMed® ©ASI—Agenzia Spaziale Italiana—2017–2018. Tutti i diritti riservati.

Leggi anche:

POST CORRELATI DA CATEGORIA

Speciale Startup Easy Italiaspot_img

ULTIMI POST