HomeCultura & TurismoUffizi On Air: l'importanza di mantenere viva la cultura

Uffizi On Air: l’importanza di mantenere viva la cultura

Le Gallerie degli Uffizi hanno avviato il progetto Uffizi On Air per mantenere viva la cultura in un momento così critico.

Le Gallerie degli Uffizi aprono le porte al digitale con le direttissime Facebook.
In ottemperanza al Decreto Ministeriale a partire dal 5 novembre 2020, chiudono gli Uffizi, il Palazzo Pitti e il Giardino di Boboli.
In un momento così delicato, come possono i musei rimanere aperti e attivi?
Gli Uffizi trovano la risposta nelle direttissime Facebook: ogni martedì e venerdì alle ore 13 sarà possibile interagire con i curatori delle mostre attraverso domande in diretta streaming.
L’esperienza museale sarà più viva che mai!
Si parlerà ogni volta di un’opera o di una sala diversa.
Gli appuntamenti sono iniziati il 16 novembre con il direttore Eike Schmidt dalla Tribuna degli Uffizi, il cuore pulsante della Galleria, una vera e propria camera delle meraviglie, non accessibile all’interno, ma visibile ai visitatori solo dalle sale attigue e dal Primo Corridoio.

Un ambiente straordinario in cui si potrà entrare a piedi nudi con i nostri operatori, nel rispetto del luogo.
Il Museo è etimologicamente un luogo sacro, il tempio delle Muse, le divinità care al dio Apollo.
La Tribuna degli Uffizi è di fatto il primo grande Museo del mondo, la collezione da cui tutto ebbe inizio.
Venne realizzata fra il 1581 e il 1583 dall’architetto Bernardo Buontalenti per “tenere le più preziose gioie ed altre delizie onorate e belle che abbi il Granduca”, Francesco I de’ Medici.

Per avere maggiori informazioni: Galleria degli Uffizi

Potrebbe interessarti anche: Musei e arte contemporanea: Artissima 2020 presenta il progetto digitale

POST CORRELATI DA CATEGORIA

maggio, 2024

Speciale Startup Easy Italiaspot_img

ULTIMI POST